In cammino per Loreto

Recentemente dissi, sui miei profili social, che avrei percorso a piedi la distanza tra il mio paese e Loreto, forse per sfida, forse per ritrovare me stesso o forse per follia.

Sono partito un martedì con due amici, siamo riusciti nell'intento e la sera, con le gambe ancora doloranti, ho scritto questa poesia.





In cammino per Loreto:

E col sudore che bagna le viscere
Con le gambe che percorrono strade loro
Mi avvicino verso l'agognata meta
Gli occhi rossi di stanchezza
Le labbra secche d'amore
Mi appresto verso le nere salite
La gente che guarda con ammirazione
Dei giovani camminare per un ideale
Un ideale d'aiuto spirituale
Dove la carne debole conta i passi
Lo stomaco si sazia di opinioni
Di idee dettate dal cuore
Ai viveri non pensa più
Sì libera e si alza in volo
Una dimensione eterea
Una dimensione che empirica non è
Perché no, i sensi non capiscono
La gioia data dalle parole
Data dall'amore di chi cammina con te
Verso un futuro che ti è ostile
E cerca di chiuderti nell'ovile
Chiamato omologazione
Dove ogni cosa dettata dall'anima
Diventa ingenua speranza
Alibi secondo Pasolini
Un futuro che ci vuole male

E che sul cuore rotto getta sale.


Se, per motivi a me ignoti, volete contribuire alla mia crescita culturale, e di strada da fare ce n’è davvero tanta, trovate qui la mia wishlist di Amazon.

Ci vediamo mercoledì con qualcosa di nuovo!

Per rimanere sempre aggiornati mi trovate sia su Facebook che su Instagram.

Volendo potete anche offrirmi un caffé virtuale tramite Paypal. 

 



Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.


La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Commenti

Post più popolari