Vivo di gioie momentanee

La poesia che vi porto oggi è stata scritta in una fredda notte di fine settembre. E' stata scrittta in una notte piena di pensieri amari e violenti.





Vivo di gioie momentanee:


Vivo di gioie momentanee
Se a Leopardi il colle fu caro 1
Io da lì mi ci lancerei volentieri
Ed eccolo che il suicidio ritorna
Dicono che se non raggiungi il bene
L’uccidersi è dovuto
E allora eccomi, mi lancio
Morte mi hai chiamato
Come più volte lo ha fatto
Mia madre
Forse morte sei tu la sola madre
E lo dissi più volte nelle mie poesie
E chiedo scusa a tutti i poeti
Perché ho usurpato la lingua
Scrivendo parole semplici
E che tra loro fan a cazzotti
Pasolini, Dante, Petrarca
Voi che prima di me
Foste veri parolieri
A voi chiedo davvero scusa
Non me ne vogliano altri scrittori
Se non li cito in questo lascito
Ma voi mi avete buttato nel fosso
Dell’anima
E data la corda per risalire
Scusatemi se nella risalita
Mi son fermato a parlare col mare
Era così gentile
Mi voleva con lui
Mi ha promesso il mondo
Ho ottenuto il fondo
E ora negli abissi vorrei riprenderla
Quella dannata corda formata da parole
Forse ora però se dio mi vorrà
Siederò al vostro fianco
Perché un dio giusto
Non può non avervi voluto nel suo paradiso
Chiedo perdono a mastro De André
Per aver bestemmiato la musica
Lui che anche per me fu amico fragile 2
Iddio perdonami
Non me lo merito
Ma dammi la corda
Che non trovo più
Che nella vita mai ho trovato
Pensavo d’essermi salvato dalla mia condizione
Ma ci sono ricaduto come bimbo
Ma non mi salverete voi
Non prenderò quelli che voi chiamate farmaci
La testa è la mia e la controllo io
Non le vostre pasticche al sapor di fallimento
Non mi salverò mai
Imploro pietà
A chi leggerà ciò
Questo scempio di parole
E quelle due persone
Che mi han conosciuto davvero
Posso solo ringraziarle
Per avermi innalzato
Su un piedistallo di paia
Aver acceso un cerino
E bruciatomi come eretico
Grazie a tutti
E se questi eran  i titoli di coda
Non ci sarà altra scena

Note:
1) L'infinito (G. Leopardi)
2) Amico fragile (F. De André)

Se, per motivi a me ignoti, volete contribuire alla mia crescita culturale, e di strada da fare ce n’è davvero tanta, trovate qui la mia wishlist di Amazon.

Ci vediamo nei prossimi giorni con qualcosa di nuovo!
Per rimanere sempre aggiornati mi trovate sia su Facebook che su Instagram.

Volendo potete anche offrirmi un caffé virtuale tramite Paypal.
 
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.


La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Commenti

Post più popolari