Sul Natale e sull'amore

Salve a tutti, oggi vi voglio portare una poesia che ho scritto la sera di Natale con lo stomaco pieno e l'anima vuota.



Sul Natale e sull'amore:

E voltiamo la pagina su un altro Natale
Il primo che passiamo insieme
Come due parti d’atomo siamo diventati
E dunque quasi inscindibili
Ci proverà il tempo
Il più grande fisico della storia
Colui che in pochi anni fa si che tutto cambi
Che tutto diventi vecchio e straziante
Proverà a dividerci come nessuno può
Chiamerà a se schiere di malattie ed incomprensioni
E dirà: ‘’Andate e distruggeteli poiché grande
È il bene che si vogliono’’.
Allora io e te vivremo lo scontro in prima persona
Te ti armerai delle serate passate insieme
Io dei messaggi intrisi d’affetto
E insieme correremo contro di lui
Faremo si che egli cada davanti a noi
Ed in ginocchio ci chieda scusa
Capendo che ciò che c’è tra di noi
È troppo forte pure per lui
E che mai potrà sconfiggerci
Allora chiamerà a se
Sorella Morte che sovverrà
E  ci porterà via, separati
Senza però capire
Ch’io senza te l’auto indurrei
Chiamerei Morte invitandola a cena
Una cena all’anta della finestra
E dopo aver biascicato futili cazzate
Dopo aver mangiato piatti di solitudine
partirei con lei per il viaggio più bello

L’unico capace di ricondurmi a te. 


Volendo potete anche offrirmi un caffé virtuale tramite Paypal.



 
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.


La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Commenti

Post più popolari