Due vecchi, milioni di vite

Buonasera, per la poesia di stasera ho tratto ispirazione da una foto scattata da Giorgia Zamboni che trovate riportata qui sotto.





uto a buon prezzo
Puoi permetterti ogni giorno.
Ma come col vino buono
Anche con la vita devi
Prestar attenzione
Perché se ne abusi
Rischi che il cuore
Vada in coma
Ed allora raggiunger
La collina di Spoon River
Non potrebbe esser più facile.
Vivete per divenire vecchi
Odiate i vecchi a tal punto
Da provarne un immenso amore
Perché poi è noto a tutti:
La saggezza è saliva
Nella bocca dei vecchi.


Due vecchi, milioni di vite: 

Siedono vessati dall’età 
Due teneri vecchi 
Ch’attendono la sera.  

Origlianomentre parlano, 
Il fruscio del mondo 
Sulle loro spalle cresciuto. 

E se anni fa eran loro che 
Tra un lavoro e un altro 
Si concedevano di giocare 

Ora invidiano i bambini 
Che soglionfarlo 
Inebriati dal mondo 

La stessa ebrezza che  
loro oramai conoscono 
Fin troppo bene 

Come fosse vino buono 
Che venduto a buon prezzo 
Puoi permetterti ogni giorno.  

Ma come col vino buono 
Anche con la vita devi  
Prestare attenzione 

Perché se ne abusi 
Rischi che il cuore 
Vada in coma 

Ed allora raggiungere
La collina di Spoon River 
Non potrebbe esser più facile. 

Vivete per divenire vecchi 
Odiate i vecchi a tal punto 
Da provarne un immenso amore 

Perché poi è noto a tutti:  
La saggezza è saliva 
In bocca ai vecchi.

Ringrazio ancora Giorgia e chissà se avremo occasione di collaborare ancora.

La critica commenta:

I seguenti versi sono come scritti da due “teneri vecchi”, i quali guardando nostalgici dei bambini che giocano ripensano alla loro vita trascorsa.
È a questo punto che subentra la penna del poeta, per mezzo della quale la vita viene paragonata a del buon vino, e come con questo, anche con la vita occorre prudenza: solo così si può evitare il suo dissolvimento. 
C.M.

Noi ci vediamo lunedì prossimo con un nuovo testo!

Saluti!

opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.


La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


Commenti

Post più popolari