TRA ROSE E PUTTANE:

Buonasera, oggi vi porto un testo che parla d'una donna, della libertà e di tutto ciò che può riempire il cuore d'una persona..





Tra rose e puttane:
I tuoi occhi, intrecciati con i miei
divengono cappi con i quali impiccare
il mio cuore bulimico d’amore.
e t’ho vista coglier le rose con tua cugina
t’ho vista rotolare nel grano che cresceva
t’ho vista tante volte e mai t’ho avuta
ogni volta me ne fuggivo verso chi
il proprio cuore lo vende per due parole
ed allora, idolatrato ed innalzato s’un piedistallo
di fumo e peccati mi sentivo come felice
ma felice, senza te,
non credo possa esserlo.
Dimmi, figlia del vento,
come rivedere le labbra tue
connubio di salsedine e mille paure.
Dimmi, figlia delle stelle,
come abbracciare ancora
le fragili membra tua.
Dimmi, figlia delle nubi,
come indugiare ancora
sulle pallide cosce tue.
Dimmelo e poi svanisci
svanisci nello stesso fumo
dal quale sei apparsa.
Perché sì, ora me ne accorgo
La mia mente ti ha idealizzata
Tu non sei nulla.

La critica commenta:

Amore e fantasia sono il fulcro di questo componimento, l’immagine dell’amata si scosta dalla realtà fino a giungere in un altrove in cui regna un cuore irrazionale. Il confine tra realtà e immaginazione è ormai inesistente e l’innamorato, preda della nostalgia di quegli occhi ormai divenuti “cappi con i quali impiccare il suo cuore bulimico”, si chiede in che modo, ma soprattutto dove può ritrovare colei che si è fatta immateriale, colei che è diventata figlia del vento, figlia delle stelle e figlia delle nubi: colei che probabilmente non è mai esistita. 
C.M.

Da oggi mi potete trovare anche su telegram, iscrivendovi tramite questo link: https://t.me/giovannichelli

Ci vediamo lunedì prossimo.

opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.


La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.



Commenti

Post più popolari